COMMUNITY OPEN BLOG
Se usi Chrome o Opera puoi ascoltare l'articolo grazie al servizio TTS di ResponsiveVoice.
Basta selezonare la porzione di testo che vuoi ascoltare.

IoT e domotica: nuovi trend di interfacce app e web

Di Renata Pavesani
2023-05-19 13:05:04
Negli ultimi anni, l'Internet delle Cose (o IoT - Internet of Things) e la Domotica hanno rivoluzionato il modo in cui interagiamo con il mondo che ci circonda. Grazie a queste tecnologie, gli oggetti di uso quotidiano, come elettrodomestici, dispositivi di sicurezza e persino l'illuminazione, sono diventati intelligenti e connessi.
Tuttavia, uno dei maggiori sviluppi in questo settore è l'adozione di interfacce per la gestione tramite app e web.
Le interfacce per la gestione dei dispositivi tramite app mobile, desktop e web, hanno aperto nuove possibilità nel mondo dell'IoT e della domotica; ora è possibile controllare e monitorare i dispositivi domestici da remoto, consentendo un maggiore livello di comodità e sicurezza. Non importa dove ci troviamo, basta uno smartphone o un computer per accedere all'interfaccia, e gestire gli oggetti connessi alla rete.
Una delle ragioni principali dietro l'adozione di queste interfacce è la crescente penetrazione degli smartphone accompagnata dalla diffusione della connettività Internet ad alta velocità; le app mobili e i siti web offrono un'esperienza intuitiva e user-friendly per gli utenti, consentendo loro di controllare e personalizzare i dispositivi IoT con facilità. Inoltre, l'interfaccia basata su app o via web offre la possibilità di creare scenari personalizzati, automatizzare azioni e monitorare i consumi energetici, contribuendo così a un maggior risparmio energetico e alla sostenibilità.

Oltre alla comodità, le interfacce app e web consentono una gestione centralizzata di più dispositivi: grazie a una singola app o a un unico pannello di controllo web, è possibile accedere a tutti i dispositivi connessi e controllarli in modo coordinato.
Ad esempio, è possibile creare scenari che coinvolgono più oggetti intelligenti, come l'apertura delle tapparelle, l'accensione delle luci e l'attivazione del sistema di climatizzazione, il tutto con un semplice tocco sullo schermo o con un solo click del mouse.
I produttori di dispositivi IoT e soluzioni di domotica stanno investendo sempre più nella progettazione di interfacce intuitive ed esteticamente accattivanti, con l'obiettivo di semplificare l'esperienza dell'utente e di rendere l'IoT e la domotica accessibili a un pubblico più ampio. Le interfacce devono essere facili da usare, con istruzioni chiare e funzioni ben organizzate, in modo che anche gli utenti meno esperti possano trarre vantaggio da queste tecnologie innovative.
Oltre alle interfacce per la gestione via app e web, un altro trend emergente nel mondo dell'IoT e della domotica è l'integrazione con gli assistenti vocali. Grazie all'avvento di dispositivi come Amazon Echo (Alexa), Google Home e Apple HomePod, è possibile controllare i dispositivi IoT semplicemente utilizzando il proprio assistente vocale preferito.
E non posso non concludere questa breve panoramica con le nuovissime integrazioni con le AI: l'integrazione delle AI nel mondo della domotica offre nuove possibilità di automazione e di interazione intelligente tra gli utenti e i dispositivi connessi. Le AI ed i Chatbot possono essere utilizzati per analizzare e interpretare sia il linguaggio naturale utilizzato dall'utente, sia i dati generati dai dispositivi IoT, consentendo una maggiore comprensione dei comportamenti degli utenti e l'identificazione di modelli o anomalie. Ciò permette di creare esperienze personalizzate e di fornire servizi predittivi.
Giusto a titolo di esempio, un assistente virtuale potrebbe imparare le preferenze di un utente e suggerire automaticamente azioni o impostazioni in base ai suoi modelli di utilizzo. Un Chatbot basato su Deep Learning potrebbe imparare sempre nuove espressioni pronunciate dall'utente, e fornire una certa "tolleranza" agli errori sia di pronuncia sia causati dalla dimenticanza della corrispondenza "comando - azione"; ciò si rifletterebbe, ad esempio, in una esperienza più discorsiva e naturale.
Un altro ambito in cui le AI potrebbero giocare un ruolo chiave è quello dell'adattamento della grafica dell'interfaccia (ad esempio la dashboard) a seconda delle preferenze dell'utente, mostrando, nascondendo o evidenziando solo determinate funzioni basandosi sul pregresso dell'utente, che la appliazione avrebbe ovviamente "imparato" analizzando lo storico delle richieste e delle azioni dell'utente. L' IoT e la domotica sono due ambiti di ricerca e di sviluppo attualmente molto floridi per le innovazioni tecnologiche che quest ultimi anni ci stano regalando, e sono certa che il futuro di queste due materie di sviluppo ci riserverà ancora tantissime nuove sorprese.

Tags: domotica, IoT, Internet of Things, Chatbot, AI, interfacce, deep learning, articoli, programmazione

Like ricevuti: 79 - Letture riconosciute: 95

Condividi su Facebook // Dai un like // Assegna una lettura


Precedente - Torna alla lista - Successivo