COMMUNITY OPEN BLOG
Se usi Chrome o Opera puoi ascoltare l'articolo grazie al servizio TTS di ResponsiveVoice.
Basta selezonare la porzione di testo che vuoi ascoltare.

Non solo OpenAI

Di Redazione
2023-11-08 08:17:06
Nel vasto panorama dei chatbot e dell'intelligenza artificiale generativa, si sente spesso parlare di ChatGPT come la soluzione principale. Con l' annuncio del prossimo lancio di ChatGPT5, e con l'apertura di ChatGPT4 + Plugins al pubblico anche in account base, OpenAI si è portata a casa la fetta maggioritaria del mercato delle AI generative, ed è il punto di riferimento per l'utente medio. Sulla sua API sono basati centinaia di siti di servizi AI, come Sincode, Perplexity, Supportfast e tanti altri. Ma OpenAI, con ChatGPT, non è l'unica soluzione, ed in alcuni casi nemmeno la più adatta.
E' importante ricordare che ci sono alternative altrettanto degne di nota, e qui ne menzioneremo alcune delle più note e recenti.

Una di queste è PaLM2. Sviluppato dal team AI di Google, PaLM2 è un modello di linguaggio che sfrutta un'architettura più avanzata. Rispetto ai chatbot di OpenAI, PaLM2 sostiene di offrire una migliore comprensione del contesto, il che si traduce in risposte più accurate e coerenti. Inoltre, PaLM2 è notevolmete più veloce di ChatGPT4 (ma non di ChatGOT3.5Turbo). PaLM2 arriva in molte versioni, e ne sono in preparazione altre specializzate: dalla più scarna, chiamata Gecko, che gira su smartphone, alle Med-PaLM e Sec-PaLM specializzate in medicina e cybersecurity. Ma la caratteristica sicuramente di maggior rilievo è che PaLM2 mette a disposizione dell'utente ben 100.000 tokens, contro i 32.000 massimi di ChatGPT4 (ed i 16000 di CatGPT3.5-16k).

Un'altra alternativa promettente è BARD, sempre di Google. Questo modello linguistico è stato addestrato utilizzando la tecnica del doppiaggio, in cui due modelli si scambiano il ruolo sia del mittente che del destinatario. Ciò permette di creare conversazioni più fluenti e coerenti.

Menzioniamo anche Claude, giunto anche esso alla versione 2, ed esistente in due versioni: Claude e Claude Instant. Creato da Anthropic, questo modello è stato addestrato in collaborazione con aggregatori e generatori di contenuti di grande mole, come Notion, DuckDuckGo, e Quora. Claude e Claude 1.3 sono disponibili sia agli utenti che agli sviluppatori, mentre per ora Claude 2 è disponibile solo agli sviluppatori e agli utenti Pro.

Infine, non possiamo dimenticare Grok, il nuovo prodotto sviluppato da "X" di Elon Musk. Grok punta a creare un assistente virtuale che sia in grado di comprendere e rispondere alle domande degli utenti su qualsiasi argomento. L'obiettivo di Grok è quello di fornire risposte più informative ed esaustive, superando le limitazioni di altri chatbot presenti sul mercato. Musk ha presentato Grok come il primo 'chatbot saggio' dotato perfino di senso dell'umorismo, una caratteristiche, ad esempio, nei modelli di OpenAI e Google bisogna 'simulare' tramite dei prompt appositi.

Mentre ChatGPT si trova al centro dell'attenzione nel campo dei chatbot e dell'IA generativa, essendo stato il primo rilasciato al grande pubblico ed essendo stato integrato velocemente con diversi plugin e servizi, è importante riconoscere che ci sono anche altre alternative valide. Vi invitiamo a provarle.

Dal canto nostro, vi inviatiamo a provare e divertirvi con la nostra VivacityGPT basata su ChatGPT-3.5turbo-16k, dotata di memoria di contesto e capace di analizzare files di testo fino a 17000 caratteri!
Ed abbiamo inoltre pronta una sorpresa che annunceremo in questi giorni!

Tags: Chatbot, IA, Intelligenza Artificiale, OpenAI, ChatGPT, Bard, Claude, PaLM2, Grok, articoli

Like ricevuti: 61 - Letture riconosciute: 73

Condividi su Facebook // Dai un like // Assegna una lettura


Precedente - Torna alla lista - Successivo